Il Cristo delle scuole. Il dibattito cristologico nella prima metà del secolo XII

 

Collationes 3 copertina sito

Leaf from a Beatus Manuscript: Christ in Majesty with Angels and the Angel of God Directs Saint John to Write the Book of Revelation. Manuscript Leaf. Spanish; Castile-León, Burgos. Romanesque, ca. 1180. Tempera, gold and ink on parchment, metal leaf. Overall (folio): 17 1/2 x 11 13/16 in. (44.4 x 30 cm) Mat: 22 x 16 in. (55.9 x 40.6 cm). The Metropolitan Museum of Art Purchase, The Cloisters Collection, Rogers and Harris Brisbane Dick Funds, and Joseph Pulitzer Bequest, 1991 (1991.232.3)

Pierfrancesco De Feo, Il Cristo delle scuole. Il dibattito cristologico nella prima metà del secolo XII

Città Nuova (Collationes 3), Roma 2012, pp. 338 ISBN: 9788831118026 € 35,00

L’incontro fra filosofia greco-romana e dogmatica cristiana ha alimentato fin dai primi secoli del Medioevo un vivace dibattito, dal quale si sono sprigionate energie intellettuali destinate a influenzare anche aspetti non secondari del pensiero moderno. Di particolare importanza è stato, in tale contesto, l’approccio speculativo all’illustrazione del mistero dell’incarnazione, evento centrale del cristianesimo nel quale, per i credenti, la Sapienza divina, che ha ispirato la rivelazione, ha assunto la natura umana nella persona storica di Gesù: nel laboratorio teologico del Medioevo sono così germogliate diverse posizioni di cristologia dogmatica, relative ai rapporti tra natura umana e divina, e di soteriologia, sulla funzione redentrice di Cristo. Il presente volume rintraccia il compenetrarsi di dogmatica e soteriologia nel pensiero di alcune figure di pensatori dominanti nel dibattito teologico del secolo xii: Anselmo di Canterbury, Ruperto di Deutz, Ugo di San Vittore, Pietro Abelardo e Gilberto di Poitiers. La diversità di esito di tali riflessioni era destinata a formalizzarsi in tre teorie cristologiche maggiori, presentate come alternative nel testo che sarebbe divenuto nei secoli seguenti il manuale di base della teologia universitaria, il Liber sententiarum di Pietro Lombardo.

Pierfrancesco De Feo (Salerno, 1975), è Dottore di ricerca in Filosofia, scienze e cultura dell’età tardo-antica, medievale e umanistica e possiede la Licenza ecclesiastica in Filosofia. Studioso del rapporto tra fede e ragione in età medievale, si è occupato in particolar modo delle controversie cristologiche e trinitarie nel secolo XII.

 In copertina: Cristo in maestà con angeli, foglio isolato di un ms. realizzato a San Pedro de Cardeña, Burgos (1180 ca.) (Beato di Libana, Commentarius in Apocalypsim), Metropolitan Museuom of Art, New York (U.S.A.) (The Cloister Collectioon)